Glossario

  • Assoni

    Gli assoni sono fibre nervose che trasmettono gli impulsi nervosi dal cervello alle differenti aree periferiche dell’organismo. Ogni cellula nervosa (chiamata neurone) possiede un solo assone. Gli assoni sono normalmente protetti da una guaina di mielina che ha la funzione di permettere la trasmissione degli impulsi. Nella sclerosi multipla la mielina può essere danneggiata e ciò causa la comparsa della sintomatologia associata.

  • Corticosteroidi

    Farmaci ad azione antinfiammatoria che derivano dal cortisone, un ormone normalmente presente nell’organismo umano e prodotto dalla corteccia (da cui il nome) delle ghiandole surrenali. I corticosteroidi (o semplicemente steroidi) agiscono in modo simile all’ormone naturale e rappresentano la terapia antinfiammatoria di riferimento per la riacutizzazione della sclerosi multipla. Vanno usati solo per brevi periodi; un utilizzo protratto determina l’insorgenza di importanti effetti collaterali.

  • Demielinizzazione

    Processo che porta alla perdita di mielina in un tratto più o meno esteso di una fibra nervosa (assone) “mettendola a nudo”. La mielina è la guaina protettiva e isolante che normalmente avvolge le fibre e consente una trasmissione rapida ed efficiente.

  • Dendriti

    I dendriti sono filamenti che si ramificano da un neurone (cellula nervosa) e ricevono gli impulsi elettrici dagli assoni di altre cellule nervose. Ogni neurone ha in genere numerosi dendriti allo scopo di aumentare la propria capacità di ricezione nervosa.

  • Impulsi nervosi

    Segnali elettrici che originano in particolari zone della cellula nervosa (neurone) e sono trasmessi lungo la fibra nervosa (assone).

  • Infiammazione

    L’infiammazione è il processo attraverso cui il sistema immunitario (il nostro sistema di difesa) reagisce per proteggere l’organismo dall’invasione di elementi estranei (virus, particelle, smog, inquinanti, allergeni ecc.). L’infiammazione è, quindi, una risposta protettiva il cui scopo finale è quello di allontanare la causa che ha provocato un danno cellulare o tissutale.

  • Lesioni

    Alcune aree del tessuto nervoso in cui si è innescato un processo infiammatorio e di demielinizzazione.

  • Liquido cerebrospinale

    Il fluido incolore che nutre, lubrifica e protegge il cervello e il midollo spinale. Viene prodotto all’interno delle cavità del cervello ed è rinnovato alcune volte al giorno. Contiene acqua, proteine e zuccheri e la sua circolazione viene favorita dal movimento vertebrale.

  • Malattia autoimmune

    Condizione patologica provocata da una reazione immunitaria diretta contro costituenti propri dell’organismo che vengono erroneamente “identificati” come agenti estranei e pericolosi. La sclerosi multipla è una malattia autoimmune.

  • Midollo spinale

    Parte del sistema nervoso centrale contenuta all’interno della spina dorsale. È paragonabile a una corda i cui filamenti sono gli assoni (fibre nervose) attraverso cui passano gli impulsi nervosi (informazioni) tra il cervello e le varie parti del corpo.

  • Mielina

    La mielina è una guaina biancastra, a struttura lamellare, che circonda le fibre nervose nel Sistema Nervoso Centrale, con funzione “isolante”. È ricca di lipidi e proteine ed è formata dalle membrane di particolari cellule nervose di sostegno, denominate “oligodendrociti”. Queste membrane avvolgono gli assoni in strati concentrici, proteggendoli. Pensando alla fibra nervosa come a un cavo elettrico, la mielina rappresenta l’isolante che lo avvolge e impedisce che l’impulso elettrico si disperda. La sua integrità favorisce, quindi, una conduzione nervosa rapida ed efficiente degli impulsi nervosi.

  • Potenziali evocati

    I potenziali evocati comprendono una batteria di test non invasivi in grado di rilevare quanto tempo impiega il cervello per ricevere e inviare gli impulsi nervosi, in particolare quelli visivi e acustici, più raramente quelli tattili. In base al risultato dei test si può evidenziare la presenza di una compromissione delle vie nervose.

  • Rimielinizzazione

    Riformazione della mielina distrutta o danneggiata in precedenza.

  • Risonanza Magnetica Nucleare

    Metodo non invasivo che permette di ottenere immagini di varie parti del corpo, non utilizzando raggi x, ma onde magnetiche e onde radio. La risonanza magnetica nucleare (RNM) è impiegata per rilevare le zone d’infiammazione nel cervello e nel midollo spinale e per valutare la gravità e la progressione della sclerosi multipla. È considerata la tecnica d’immagine di maggiore rilevanza diagnostica per la sclerosi multipla. L’innocuità del test consente di ripeterlo anche in tempi ravvicinati, se necessario, senza alcun rischio. Il gadolinio è il mezzo di contrasto, somministrato per via endovenosa, che viene utilizzato oggi; è una sostanza innocua e il suo utilizzo aumenta le informazioni che si ottengono dalla RMN.

  • Sistema nervoso

    Il Sistema Nervoso è costituito da: Sistema Nervoso Centrale (SNC) che comprende il cervello e il midollo spinale ed è collegato alle altre parti del corpo attraverso i nervi periferici. Sistema Nervoso Periferico (SNP) formato dalle fibre nervose (assoni) che si ramificano nell’intero organismo verso la periferia, partendo dal sistema nervoso centrale. I nervi periferici mandano continuamente informazioni (attraverso gli impulsi nervosi) alla “centrale” che li vaglia e invia i comandi di risposta. I nervi periferici si dividono in sensitivi (dalla periferia inviano le varie sensazioni - caldo/freddo, dolore, liscio/ruvido ecc - al SNC) e motori (dal SNC raggiungono i muscoli e le ghiandole in periferia coinvolti nei vari stimoli sensitivi).

Ultimo aggiornamento: gennaio 2014

Condividilo sui tuoi profili social

Centri SM

Cerca il centro specializzato dedicato alla sclerosi multipla più vicino.

Coming soon

Associazioni SM

Non sei solo ad affrontare la malattia.

Scopri tutte le associazione SM

Domande più frequenti

Le domande più frequenti sulla SM.

Scopri di più