L’inserimento, tutele e opportunità per le persone con sclerosi multipla

Nell'affrontare il mondo e l'ambiente di lavoro, una persona con SM non è lasciata a se stessa. Può contare infatti su un insieme di garanzie, tutele e opportunità che rappresentano un valido aiuto e sostegno, e possono contribuire a creare condizioni soddisfacenti per lo svolgimento dell'attività professionale.

Il ruolo del medico

Figura chiave, per un efficace inserimento nel contesto lavorativo così come per la ricerca delle condizioni operative adeguate alle esigenze della persona con SM, è il medico competente che, in collaborazione con altre funzioni aziendali, è chiamato a svolgere un ruolo di primo piano nella prevenzione e nella tutela della salute dei lavoratori.
Un rapporto corretto e una comunicazione trasparente con questo professionista della salute sono di importanza decisiva: è a lui che spetta, infatti, il compito di esprimere il giudizio di idoneità del lavoratore a determinate mansioni.
Questo giudizio è il risultato di una visita medica volta a constatare l'assenza di eventuali controindicazioni all'attività cui il lavoratore è destinato, per valutarne appunto l'idoneità alla mansione specifica. Si tratta di una valutazione prevista per legge (Testo Unico in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro - D.Lgs. 81/08), nell'ambito della sorveglianza sanitaria, attività che si sviluppa anche in successive e periodiche visite di controllo per verificare l'evoluzione dello stato di salute del lavoratore e confermarne o meno l'idoneità alla mansione.
Sulla base degli accertamenti svolti, il medico comunica per iscritto la sua valutazione al datore di lavoro e al lavoratore. Il suo giudizio (contro il quale, nel caso lo si ritenesse errato, è ammesso il ricorso presso l'organo di vigilanza territoriale competente) può essere di:

  • piena idoneità;
  • idoneità parziale, con prescrizioni o limitazioni;
  • inidoneità temporanea;
  • inidoneità permanente.

È importante sottolineare che il medico è tenuto al segreto professionale: nel comunicare cioè la sua valutazione relativa al lavoratore, non può in nessun caso fare riferimento alla o alle patologie di cui quest'ultimo è affetto. Questa garanzia della privacy individuale è di per sé un elemento che può incoraggiare un rapporto di fiducia con il medico da parte del lavoratore con SM, che può trarne sicuramente benefici. Da ricordare anche che, a ulteriore tutela della salute, la sorveglianza sanitaria in un'azienda prevede che il lavoratore stesso possa richiedere visite di controllo, oltre a quelle periodiche già previste. La normativa ha recentemente introdotto un'ulteriore visita obbligatoria dopo assenze per motivi di salute superiori a 60 giorni.

Un aiuto al lavoratore con SM, e anche all’azienda

Favorire il corretto inserimento della persona con SM nell'ambito lavorativo è doveroso, ma non sempre è semplice. In questi casi, è opportuno fare ricorso a professionisti competenti, in grado di svolgere il ruolo di tutor per l'inserimento. Nelle aziende dove è presente, la consulenza e l'intervento dell'assistente sociale sono senz'altro di grande utilità. Un efficace e non problematico inserimento è anche nell'interesse del datore di lavoro. È questa la base, infatti, per lo sviluppo di relazioni professionali chiare ed efficaci. Le aziende, a questo proposito, possono richiedere un supporto esterno specifico attraverso i servizi erogati da strutture pubbliche, come il collocamento mirato gestito dalla Provincia, o da agenzie convenzionate presenti nel territorio.

In breve

  • I medici ricoprono un ruolo fondamentale per l'inserimento sul lavoro delle persone con SM, dato che sono responsabili del giudizio di idoneità sul lavoratore.
  • Il giudizio di idoneità definisce la misura in cui il lavoratore è in grado di svolgere determinate mansioni. Nel comunicarlo, il medico è vincolato dal segreto professionale.
  • Per agevolare l'inserimento lavorativo è possibile ricorrere a figure competenti che svolgano la mansione di tutor.
  • La consulenza di un assistente sociale, dove presente, può essere di grande aiuto.

Ultimo aggiornamento: gennaio 2014

Condividilo sui tuoi profili social

Centri SM

Cerca il centro specializzato dedicato alla sclerosi multipla più vicino.

Coming soon

Associazioni SM

Non sei solo ad affrontare la malattia.

Scopri tutte le associazione SM

Domande più frequenti

Le domande più frequenti sulla SM.

Scopri di più