Sclerosi multipla secondariamente progressiva (SMSP)

La sclerosi multipla secondaria progressiva colpisce circa il 30% delle persone con sclerosi multipla. Le persone con sclerosi multipla secondaria progressiva hanno una fase iniziale di tipo recidivante-remittente, dopodiché si assiste a un cambiamento sensibile nella qualità e nella frequenza delle recidive. Le crisi possono essere meno frequenti, ma i recuperi sono spesso incompleti. I segni e sintomi della malattia tendono quindi a peggiorare, e con essi i deficit fisici e cognitivi che si accumulano col passare del tempo.

Perché avviene questo passaggio da forma recidivante-remittente a forma secondariamente progressiva?

La progressione alla sclerosi multipla secondariamente progressiva dalla forma recidivante-remittente non sembra essere dovuta a un’alterazione del sistema immunitario del paziente né a un cambiamento apprezzabile del quadro clinico alla risonanza magnetica nucleare. Le scansioni RMN, infatti, non sembrano mostrare, nella maggior parte dei casi, una maggiore attività della malattia. Piuttosto che essere una patologia a sé stante, la sclerosi multipla secondariamente progressiva è una versione alternativa che si riscontra talvolta nella storia naturale della SM.

Esiste un test per la diagnosi della sclerosi multipla secondariamente progressiva?

I test diagnostici per la forma secondariamente progressiva della sclerosi multipla sono uguali a quelli previsti per le altre forme della malattia. Tra queste analisi troviamo:

  • la risonanza magnetica cerebrale e del midollo spinale, a volte molto utile nel mostrare le alterazioni a carico della sostanza bianca del cervello;
  • l’analisi del liquido cefalo-rachidiano;
  • il test dei potenziali evocati visivi;
  • non esistono, invece, particolari esami del sangue, se non quelli utili a escludere altre patologie i cui sintomi potrebbero avere similitudini con quelli della sclerosi multipla (diagnosi differenziale).

Bibliografia

  1. Placebo-controlled multicentre randomised trial of interferon beta-1b in treatment of secondary progressive multiple sclerosis. European Study Group on interferon beta-1b in secondary progressive MS.[No authors listed]. Lancet. 1998 Nov 7;352(9139):1491-7.
  2. Defining the clinical course of multiple sclerosis: The 2013 revisions. Lublin FD et al. Neurology. 2014 May 28.

Ultimo aggiornamento: dicembre 2014

Condividilo sui tuoi profili social

Centri SM

Cerca il centro specializzato dedicato alla sclerosi multipla più vicino.

Coming soon

Associazioni SM

Non sei solo ad affrontare la malattia.

Scopri tutte le associazione SM

Domande più frequenti

Le domande più frequenti sulla SM.

Scopri di più