Cos'è la sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una patologia del Sistema Nervoso Centrale (SNC) le cui cause non sono ancora completamente note, nonostante i progressi della ricerca scientifica di questi ultimi anni abbiano portato a una maggiore comprensione della malattia e proposto diversi trattamenti.
Questo sito descrive come la sclerosi multipla si manifesta, i sintomi, le diverse forme, il decorso e gli approcci terapeutici disponibili. Sono indicati, inoltre, alcuni suggerimenti per uno stile di vita adeguato; è inoltre indicato come poter usufruire dei servizi e dell'assistenza sanitaria che i Centri e le Associazioni del settore offrono su tutto il territorio nazionale. Scopo di questo sito è fornire quindi un valido supporto alle persone con sclerosi multipla e ai loro familiari.

Conoscere la sclerosi multipla e le sue manifestazioni è importante per poter gestire al meglio la malattia e seguire in modo corretto le indicazioni del medico. Si tratta di scelte importanti ed è giusto che siano condivise avendo piena consapevolezza e convinzione.

Il Sistema Nervoso Centrale comprende il cervello (contenuto nella scatola cranica) e il midollo spinale (contenuto nel canale vertebrale). Nel SNC vi sono cellule specializzate, i neuroni, in grado di trasmettere segnali nervosi attraverso i loro prolungamenti, gli assoni (fibre nervose). Gli assoni sono protetti da una guaina isolante, che permette una propagazione rapida ed efficiente del segnale1. Questa guaina si chiama mielina e rappresenta il punto d'attacco della sclerosi multipla.
I segnali propagati lungo le fibre nervose sono responsabili di numerose funzioni, tra cui camminare, mantenere l'equilibrio, il coordinamento motorio, vedere, sentire. Il cervello ci permette sostanzialmente di mantenere un dialogo costante tra il nostro corpo e il mondo esterno, raccogliendo, elaborando e inviando informazioni come un computer.

Si presume che il meccanismo alla base della sclerosi multipla sia di tipo autoimmunitario, cioè che il sistema immunitario scambi per "estranei" i tessuti propri dell'organismo e li aggredisca. Queste aggressioni danneggiano il rivestimento mielinico e innescano un meccanismo infiammatorio che porta alla formazione di una cicatrice (o placca). Per questo la sclerosi multipla era denominata in passato anche "sclerosi a placche".
A seguito del danno alla mielina, i segnali inviati dal sistema nervoso centrale vengono alterati. Queste alterazioni si manifestano con una varietà di sintomi che dipendono dalla sede delle lesioni.

Gli effetti della demielinizzazione

In un neurone normale, i segnali nervosi percorrono rapidamente l'assone mielinizzato.

L'aggressione da parte del sistema immunitario (linfociti T) danneggia la mielina (demielinizzazione) e induce la comparsa dei sintomi della sclerosi multipla.

La cronicizzazione del processo di demielinizzazione può danneggiare gravemente gli assoni dei neuroni, o persino causare la degenerazione degli assoni stessi. Questo provoca l'interruzione irreversibile della trasmissione del segnale tra le cellule nervose ed è la causa principale dei sintomi. Studi recenti affermano che la malattia può iniziare molto tempo prima della comparsa dei sintomi. Anche quando il soggetto con sclerosi multipla non presenta alcuna sintomatologia, sono gli esami strumentali, come ad esempio la risonanza magnetica, a evidenziare che la malattia è in fase attiva2.

Come per altre patologie, anche per la sclerosi multipla una diagnosi precoce è fondamentale per migliorare l'efficacia della terapia. Numerosi studi clinici hanno, infatti, dimostrato che iniziare un trattamento il prima possibile porta a un rallentamento nella progressione della disabilità e a una riduzione della frequenza delle ricadute.

In breve

  • La sclerosi multipla è una malattia autoimmune e può essere difficile da diagnosticare.
  • Consultare un medico alla prima comparsa dei sintomi e intraprendere un adeguato trattamento nelle fasi iniziali può rallentarne la progressione. Molte persone con sclerosi multipla conducono una vita normale e autonoma.

Bibliografia

  1. Heesen C, Shäffler N, Kasper J, Mühlhauser I, Köpke S. Suspected multiple sclerosis: What to do? Evaluation of a patient information leaflet. Mult Scler. 2009;15:1103-1112
  2. Polman C, Thompson A, Murray T, Bowling A, Noseworthy Y. Multiple sclerosis, the guide to treatment and management. New York, NY: Demos Medical Publishing; 2006

Ultimo aggiornamento: gennaio 2014

Condividilo sui tuoi profili social

Centri SM

Cerca il centro specializzato dedicato alla sclerosi multipla più vicino.

Coming soon

Associazioni SM

Non sei solo ad affrontare la malattia.

Scopri tutte le associazione SM

Domande più frequenti

Le domande più frequenti sulla SM.

Scopri di più